A seguito dell’emanazione del Regolamento (UE) 2019/2088 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (“SFDR”), e successive integrazioni e modifiche, le Compagnie assicurative hanno aggiornato la loro politica in tema di distribuzione dei prodotti di investimento in ottica ESG. In relazione ai prodotti di investimento assicurativo, sono stati introdotti dei Modelli ad integrazione della documentazione informativa precontrattuale ed è stata ampliata la profilazione del Cliente attraverso la raccolta delle sue preferenze di sostenibilità.

Questo intervento formativo crea una panoramica sulla parte normativa rispetto al Regolamento SFDR in materia di finanza sostenibile, agli Atti delegati che consolidano i tredici progetti di norme tecniche di regolamentazione (RTS), e al Regolamento Tassonomia che individua e definisce sei obiettivi ambientali rilevanti ai fini della determinazione dell’ecosostenibilità di un’attività economica.

In che modo questo incide sull’attività di consulenza degli Intermediari?

Verificare che le caratteristiche del prodotto IBIPs siano adeguate al Bisogno assicurativo del Contraente dà la possibilità allo stesso Intermediario di avere strumenti validi per la proposizione commerciale di un prodotto ESG. In particolar modo verso quei Clienti che desiderano contribuire, tramite i propri investimenti, alla promozione di caratteristiche ambientali e/o sociali.